Reuters, vietato chiamare «bambini» i piccoli abortiti

International Family News

17 Maggio 2020

«Maialini» invece va bene, con la lacrimuccia per quelli che gli allevatori sono costretti dalla crisi economica a uccidere nel ventre materno

di Giacomo Bertoni

Continue reading

Le periferie sono morte grazie a chi le a costruite in obbedienza all’ideologia. Abbattiamole

Ricognizioni 25 Maggio 2020

di Mario Bozzi Sentieri

C’è un’Italia da “ricostruire”. Non è solo quella del dopo Covid19, soffocata dalla burocrazia, dalla crisi economica, dai ritardi di un governo pasticcione, e costretta a fare i conti con un relativismo etico, che ha reso evidenti le sue contraddizioni, tra famiglie disgregate, gli altissimi costi della parcellizzazione sociale, nonni scomparsi, anziani ghettizzati.

Continue reading

Sulla pressione fiscale: qua c’è un terzo di troppo

Ricognizioni 21 Maggio 2020  

di Marco Manfredini

Qualche giorno fa esponevamo un’affermazione di principio legata al buon senso che diceva: Le tasse sono un furto se travalicano un certo livello. Se qualcuno non è d’accordo è inutile che continui a leggere; per tutti gli altri credo sia di un certo interesse provare a rispondere alla domanda “Sì, ma qual è questo livello?”

Continue reading

La Buona Battaglia dello psicologo Giancarlo Ricci

Informazione cattolica 21 Maggio 2020

 di Giuseppe Brienza

È morto lo psicoterapeuta noto a livello nazionale e internazionale per le sue posizioni conformi alla natura dell’uomo e della società Giancarlo Ricci. Nato a Milano nel 1950, aveva oltre 40 anni di esperienza alle spalle ed aveva pubblicato numerosi e apprezzati volumi.

Continue reading

Perché non dobbiamo stupirci se ci ritroviamo una Chiesa della Morte …e non della Vita

Il Cammino dei Tre Sentieri  

27 Aprile 2020

Nella conferenza stampa che Conte ha tenuto per lanciare la cosiddetta Fase 2, che alcuni giustamente hanno giustamente definito Fase 1 e mezzo, c’è una sua espressione a proposito delle attività religiose che è significativa e che forse a molti è sfuggita.

Continue reading

Lo studio che dà ragione a chi vuol fermare i migranti

La Nuova Bussola quotidiana

25 Maggio 2020

Quali sono i motivi reali che hanno portato in Europa centinaia di migliaia di emigranti irregolari africani? I risultati dell’indagine dell’Undp (il Programma delle Nazioni Unite per lo sviluppo) parlano chiaro: centinaia di migliaia di africani hanno raggiunto l’Europa illegalmente, ricorrendo a organizzazioni criminali e per non essere respinti, hanno mentito sostenendo di essere profughi in fuga da guerre e persecuzioni.

di Anna Bono

Continue reading

L’Europa frantumata davanti alla libertà religiosa

International Family News

22 Maggio 2020  

Strane cose accadono nel Vecchio Continente ai tempi delle chiese chiuse dal coronavirus

di Marco Respinti

Continue reading

L’industria porno finanzia l’aborto con cui va a braccetto

La Nuova Bussola quotidiana 15 Maggio 2020

L’organizzazione abortista Marie Stopes International ha ricevuto, a partire dal 1995, 7,5 milioni di sterline da Phil Harvey, magnate del porno e della vendita di articoli erotici. I motivi sono molteplici, fra questi il fatto che entrambi concepiscono il sesso slegato dalla procreazione, con medesimi effetti sulla salute e la psiche della “donna-oggetto”.

di Tommaso Scandroglio  

Continue reading

Laura Bassi, un’italiana cattolica da riscoprire

La Nuova Bussola quotidiana 20 Maggio 2020

A Bologna, la sua città, il nome Laura Bassi è noto perché le è intestata una strada e, da fine Ottocento, una scuola magistrale, oggi liceo. Ma per il resto è pressoché sconosciuto e oggi vive nell’oblio. Eppure di lei parlò con entusiasmo e ammirazione perfino Voltaire. L’oblio di cui è vittima risiede nell’Italia post rivoluzionaria che cancellò l’Italia erudita, cattolica e amante delle scienze. E che sapeva valorizzare le donne molto più di quella Francia da cui venivano le idee illuministe.

di Alessandra Nucci

Continue reading

L’informazione, una delle tre “armi magiche” della Cina

Il Corriere del Sud 13 maggio 2020

di Andrea Bartelloni

“Making the foreign serve the China” diceva Mao Zedong e fin dall’inizio aveva fatto della propaganda un’arma importante. Ma gli stranieri sembrano ribellarsi. Il primo segnale arriva dalla Svezia che chiude i principali strumenti di propaganda del regime cinese: gli Istituti Confucio che sono sparsi in tutti i parsi del mondo e influenzano il mondo culturale attraverso le università nei quali sono installati.

Continue reading