Stiamo assistendo alla nascita di un nuovo potere psichiatrico globale?

per Rassegna Stampa giugno 2020

Federico Soldani

Perché la politica, i politici e i cittadini che fanno politica sono sempre più frequentemente rappresentati sui mass media e sui social media come pazzi fuori controllo?

Perché sempre di più il linguaggio politico si popola di termini che si pretendono tecnico-scientifici o metafore quali “patologia politica” o “salute politica” o, per citare un esempio recente, “politica del testosterone”?

In particolare, perché applichiamo sempre più spesso psico-parole quali “narcisismo”, “patologia mentale”, “salute mentale”, “sociopatia” o “schizofrenia” a categorie sociali, economiche o politiche ?

E come mai le metafore e le analogie politiche fanno ormai costante riferimento a medicina, psicologia, o epidemiologia ?

Perché le idee vengono lentamente ma costantemente accomunate a pensieri malati ? O la diffusione di idee politiche e non solo viene presentata sempre più in senso letterale come una epidemia, una diffusione virale, da fermare e da prevenire?

Perché il Presidente U.S.A. “l’uomo più potente del mondo” viene rappresentato come un pazzo? O blockbusters hollywoodiani come ‘Joker’ rappresentano il popolo e il cittadino sovrano come de-politicizzati, selvaggi, criminali e pazzi ?

Il linguaggio “politicamente corretto” ha una funzione disciplinare e “ortopedizzante”? Se sì, come?

Perché si stanno diffondendo allucinogeni, psichedelici e prodotti della cannabis su scala di massa e per ogni uso possibile e immaginabile, ‘terapeutico’ o meno ? Queste tendenze sono del tutto nuove o fanno parte di un’ideologia che viene da lontano ?

Qui sotto il link di una recente lezione del Dr. Federico Soldani al Royal College of Psychiatrists nella City di Londra che cerca di spiegare le nuove e prepotenti tendenze d’avanguardia come indispensabili elementi preparatori al passaggio verso una post-democrazia globale, anti-politica, digitale, essenzialmente tecnocratica e con ogni probabilità totalitaria.

Un percorso di apparente ‘liberazione’ che è invece il percorso della de-sovranizzazione di ciascuno di noi dalla propria razionalità.

___________________

 Dr. Soldani 3 settembre 2019 al Royal College of Psychiatrists, sottotitolata in italiano:   https://youtu.be/l_yyv_jzfI0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: