Vale la pena morire per questo Occidente?

dal blog di Nicola Porro

25 Marzo 2022

Cancel culture, Black live matter, Lgbt obbligatorio. La deriva occidentale non conosce fine

di Rino Cammilleri,

«È reale un’ideologia (non una cospirazione) che io definisco “mass-radicale” o “radicalismo di massa”. Questa ideologia è pre-totalitaria e cerca di mettere le radici in tutto l’Occidente, promuovendo i suoi “valori”: lotta di genere, emancipazione Lgbt, ecologismo radicale, scomparsa dei confini nazionali, dominio della tecnica, manipolazione dell’essere umano, fino all’idea di una “nuova normalità”, dunque una società pianificata. Questa ideologia agisce moltiplicando all’infinito i diritti. Il caos che ne risulta richiede, poi, l’imposizione di un ordine autoritario, un tecnocrate forte che stabilisce quali diritti riconoscere e quali sopprimere». Così Dario Fertilio, ex giornallista del “Corsera” ed autore di numerosi saggi sul totalitarismo sovietico, intervistato oggi dalla “Nuova Bussola Quotidiana”.

Qualche chiosa di margine: come fa un’ideologia a imporsi senza una «cospirazione»? È la sinistra americana a dettare la narrazione in Occidente, tramite tutti i media e pure i social. Ne sanno qualcosa Trump e quelle poche testate che lo sostenevano. I dem americani hanno le università, i canali televisivi, Hollywood, Facebook, Twitter et cetera. La narrazione dei vertici Ue? Uguale, se non plagiata. Un solo esempio: ricordate quando Buttiglione fu estromesso, e dichiaratamente, solo perché amico e biografo di Papa Wojtyla? Ed è per questo Occidente che dovremmo combattere? E comprare il molto più costoso gas americano? E infilarci in una ennesima guerra mondiale? Un guerra che, tanto per cambiare, gli americani aizzano su territori altrui?

La Nato è a comando americano. L’Europa, Italia in primis , è trapunta di basi militari americane fornite di bombe atomiche. A colpi di referendum ci siamo privati delle centrali nucleari che erano cento volte più sicure degli stoccaggi militari la cui verifica, per ovvi motivi, è affidata a chissà chi. E ringraziamo la Provvidenza che finora non sia mai successo niente. È vero, servivano quando c’era l’Urss. Ma ora a che servono? A impedire a Putin di neutralizzare l’Ucraina, cosa che chiede adesso e, chissà perché, non prima: evidentemente i suoi servizi hanno annusato l’aria? 

Ma, ripeto e insisto, mi va bene un mondo totalmente americanizzato, in fondo ci sono nato e ne ho respirato gli effluvi. Ma adesso l’America non è più il paese della libertà, ma dei soldi a ogni costo e a spese altrui, della cancel culture, della Blm, dell’Lgbt obbligatorio, dell’aborto a nascita parziale e via disgustando. Il resto del Brave New World mettetecelo voi, compresi i corsi di rieducazione trans nell’esercito. Un Paese che è diventato una società per azioni armata e che, lo abbiamo visto, non garantisce più nemmeno una decente e trasparente elezione del suo Capo. Spiacente, per questo Occidente non contate (più) su di me.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: