Follia ambientale

Amazon Synod Watcyh 22 Agosto 2019

Gli scienziati di tutto il mondo rifiutano l’ambientalismo ideologico

Principe Bertrand D’Orléans-Braganza

Il prof. Ivar Giaever è uno degli scienziati più importanti citati nel Rapporto sulle minoranze del 2007 del Comitato per l’ambiente e i lavori pubblici del Senato USA (aggiornato negli anni successivi fino al 2010). È professore emerito presso il Rensselaer Polytechnic Institute di Troy, New York e presso l’Università di Oslo, nonché un premio Nobel per la fisica nel 1973. È tra i 400 “scienziati dissenzienti” che hanno pubblicato un documento di denuncia denunciando il ” mito del riscaldamento globale “(quel numero è salito a più di 1.000).

Ivar Giaever

È stato anche uno degli oltre cento firmatari della lettera del 30 marzo 2009 al presidente Barack Obama, criticando la sua posizione sul riscaldamento globale.

Il prof. Giaever afferma che il “riscaldamento globale” e i “mali della deforestazione” sono diventati “dogmi” dell’ecologia radicale: “Il riscaldamento globale è diventato una nuova religione”. Mentre si parla spesso del gran numero di scienziati che sostengono questa nuova religione, dice che il loro numero non ha importanza. Ciò che conta è sapere se sono corretti.

Aggiunge che molte profezie del giorno del giudizio universale come la pioggia acida 30 anni fa, il buco dell’ozono 10 anni fa e la deforestazione non si sono materializzate. Nessuno in realtà sa quale effetto reale abbia l’attività umana sulla temperatura globale.

Nel 2007, l’American Physical Society (APS) ha adottato ufficialmente la posizione che le attività umane stanno cambiando il clima della Terra: “Le prove sono incontrovertibili: il riscaldamento globale sta avvenendo. Se non vengono intraprese azioni di mitigazione, è probabile che si verifichino perturbazioni significative nei sistemi fisici ed ecologici della Terra, nei sistemi sociali, nella sicurezza e nella salute umana. Dobbiamo ridurre le emissioni di gas serra a partire da ora”.

William Gray

Il prof. Giaever ha inviato un’e-mail al direttore dell’APS Kate Kirby, spiegando che “non poteva vivere” con questa affermazione perché “la temperatura è stata incredibilmente stabile”: “L’affermazione (come puoi misurare la temperatura media di tutta la erra da un anno intero ?) è che la temperatura è cambiata da ~ 288,0 a ~ 288,8 gradi Kelvin in circa 150 anni, il che (se vero) significa per me che la temperatura è stata incredibilmente stabile, e sia la salute umana che la felicità sono decisamente migliorato in questo periodo di “riscaldamento”.

Ha denunciato che è giusto che l’APS discuta di tutti i tipi di problemi scientifici, tranne uno, che è un tabù. E chiede: “è la prova del riscaldamento globale incontrovertibile?”

Il 13 settembre 2011, il Prof. Giaever ha rassegnato le dimissioni da membro dell’American Physical Society (APS) con disgusto per la promozione del gruppo delle paure del riscaldamento globale provocate dall’uomo.

Molti altri sono andati ancora oltre nella loro opposizione al riscaldamento globale e ai suoi adepti. Ad esempio, il meteorologo William Gray, un pioniere delle previsioni sugli uragani, ha dichiarato: “Il riscaldamento globale è una bufala! Ripenseremo a tutto questo tra 10 o 15 anni e realizzeremo quanto fosse sciocco”.

Il prof. Ivar Giaever e il meteorologo William Gray non sono gli unici a dissentire dal mantra convenzionale sul riscaldamento globale: “Non esistono prove scientifiche convincenti che il rilascio umano di anidride carbonica, metano o altri gas serra stia causando o volontà, nel prevedibile futuro, causerà il riscaldamento catastrofico dell’atmosfera terrestre e la perturbazione del clima terrestre”.

Questa affermazione categorica è stata firmata da non meno di 31.478 scienziati americani e allegata come appendice al documento intitolato “Climate Change Reconsidered: The 2009 Report of the Nongovernmental International Panel on Climate Change (NIPCC)”.

Le sue 868 pagine avevano 35 collaboratori e revisori da 14 paesi. Questa è la raccolta più completa e obiettiva mai pubblicata sulla scienza disponibile sui cambiamenti climatici.

Quindi il lettore può valutare la grande frode perpetrata e imposta all’opinione pubblica a nome del dogma ambientalista, di seguito sono riportate alcune dichiarazioni di figure autorevoli del mondo scientifico compilate dal blog Green: il nuovo colore del comunismo.

1. Non esiste una prova scientifica del riscaldamento globale

“Finora, le misurazioni reali non hanno dato motivo di preoccupazione per un futuro riscaldamento catastrofico” – Dr. Jarl R. Ahlbeck, ingegnere chimico presso la Abo Akademi University in Finlandia, autore di 200 pubblicazioni scientifiche ed ex membro di Greenpeace.

“Negli ultimi anni, segni simili di clima più freddo del solito sono stati registrati in tutto il mondo, causando molte persone a mettere in discussione l’allarmismo del riscaldamento globale ancora alla moda, ma ormai obsoleto” – Robert M. Carter, professore di geologia presso la James Cook University in Australia.

“Il riscaldamento globale – almeno la visione moderna dell’incubo – è un mito. Ne sono sicuro e lo sono anche un numero crescente di scienziati. Ma ciò che è davvero preoccupante è che i politici e i responsabili politici del mondo non lo sono ”-Prof. David Bellamy, Daily Mail, luglio 2004.

 “La Terra si è raffreddata dal 1998, sfidando le previsioni dell’IPCC … La temperatura globale per il 2007 è stata la più fredda in un decennio e la più fredda del millennio … motivo per cui il “riscaldamento globale” è ora chiamato” cambiamento climatico” ” – Climatologo Dr. Richard Keen del Dipartimento di Scienze atmosferiche e oceaniche dell’Università del Colorado.

“Quando dico che molto probabilmente ci troviamo in un processo di raffreddamento, lo faccio in base ai dati. Hanno inventato la storia che i CFC stavano distruggendo lo strato di ozono, e ora la formula è la stessa: il terrorismo climatico come il cosiddetto riscaldamento globale” – Luiz Carlos Baldicero Molion, professore di meteorologia all’Università Federale di Alagoas, in Brasile.

“È ridicolo legare questo obiettivo a un” consenso “secondo il quale gli esseri umani stanno causando il riscaldamento globale quando l’esperienza umana, i dati geologici e la storia e l’attuale raffreddamento possono discutere diversamente. Il “consenso”, come molti hanno affermato, rappresenta semplicemente l’assenza di una scienza definitiva “: il dott. Harrison” Jack “Schmitt, geologo ed ex astronauta.

“Ho sentito spesso dire che esiste un consenso di migliaia di scienziati sulla questione del riscaldamento globale e che gli esseri umani stanno causando cambiamenti catastrofici nel sistema climatico. Bene, sono uno scienziato, e ce ne sono molti che pensano semplicemente che non sia vero ”- Prof. John Christy, Dipartimento di Scienze dell’atmosfera, Università dell’Alabama.

“È una palese menzogna emessa dai media che fa sembrare che ci siano solo scienziati marginali che non acquistano il riscaldamento globale antropogenico” – Stanley B. Goldenberg, esperto di uragani della National Oceanic and Atmospher Administration” [1]

“L’ufficio meteorologico tedesco ha record di temperatura che risalgono al 1701. Abbiamo riscontrato quasi tutte le tendenze di raffreddamento che le tendenze di riscaldamento – dando una variazione di temperatura complessiva così piccola da essere meglio descritta come stabilità della temperatura. Contrariamente agli scenari basati su computer – e quindi contrario a quanto si ritiene generalmente – la CO2 antropica non ha senso perché la sua influenza non è riconoscibile”- Dr. Friedrich-Karl Ewert, geologo alla convenzione delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici a Bonn, 7 settembre 2010.

“Sono convinto che l’attuale allarme sul biossido di carbonio sia errato … I timori per il riscaldamento globale causato dall’uomo sono ingiustificati e non basati su una buona scienza” – Fisico vincitore del premio Dr. Will Happer, professore presso il Dipartimento di Fisica dell’Università di Princeton.

“Qualunque sia il tempo, non è causato dal riscaldamento globale. Semmai, il clima potrebbe iniziare in un periodo di raffreddamento ”- lo scienziato atmosferico Dr. Arthur V. Douglas, ex presidente del dipartimento di scienze atmosferiche dell’Università di Creighton a Omaha, Nebraska.

“Dal 1998, nessuno dei database di riferimento ha mostrato un aumento della temperatura, globale o sullo strato superiore degli oceani” – Prof. José Joaquim Delgado Domingos, dell’Instituto Superior Técnico di Lisbona.

“Per quanti anni il pianeta deve raffreddarsi prima che iniziamo a capire che il pianeta non si sta riscaldando? Per quanti anni deve continuare il raffreddamento? ”- Geologo Dr. David Gee, professore emerito presso l’Università di Uppsala in Svezia.

“Il movimento di riscaldamento globale creato dall’uomo non è altro che un” fenomeno sociale corrotto “. È un fenomeno tanto psicologico e sociale quanto qualsiasi altra cosa”- Dr. Denis Rancourt, ex professore all’Università di Ottawa.

“Tutte quelle azioni urgenti per frenare il riscaldamento globale devono togliere i paraocchi e riflettere su cosa dovremmo fare se invece dovessimo affrontare il raffreddamento globale” – Il geofisico Dr. Philip K. Chapman, ingegnere astronautico ed ex astronauta della NASA, ha servito come fisico del personale del MIT.

_____________

[1] http://www.washingtontimes.com/news/2008/dec/27/global-warming-rope-a-dope/

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: