I poveri del Libano

Newsletter n 1 Gennaio 2019

Notiziario di un gruppo di volontari di “Oui pour la vie”, un’associazione di volontariato con sede a Damour in Libano, legalmente riconosciuta impegnata in favore dei più poveri http://www.ouipourlavielb.com/it/ Facebook: Damiano Puccini / newsletter@ouipourlavielb.com

di padre Damiano Puccini

Dei circa due milioni di rifugiati siriani presenti in Libano solo circa 114 mila sono potuti rientrare nella loro terra di origine. Il Cardinal Bechara Rai ha ribadito nei giorni scorsi che «i protagonisti internazionali cercano di raggiungere i loro interessi quando attizzano una guerra o sostengono organizzazioni terroristiche e inviano persino dei mercenari. Dev’essere chiaro a tutti – ha proseguito – che si tratta di interessi politici ed economici.».

In queste feste di Natale in nostri volontari di Damour hanno visitato le baracche dei profughi offrendo doni ai bambini e rimanendo un po’ a parlare con le famiglie come segno di rispetto. I nostri volontari continuano con l’animazione della cucina di Damour che offre sempre un numero crescente di pasti in favore di tutti i bisognosi. Notevole l’impegno per vestiti invernalie per le medicine. Per queste iniziative si chiede sempre a tutti di aiutare e far pubblicita’.

Una signora del paese, pochi giorni prima di Natale, aveva fatto arrivare alla sede di  Oui pour la Vie l’occorrente per una cena che lei aveva voluto offrire ai membri dell’Associazione durante le vacanze, come ringraziamento per tutto il loro impegno.

Un volontario, qualche ora dopo, aveva visto questo cibo e, pensando che fosse là per i bisognosi, lo aveva diviso con tre famiglie poverissime che si erano presentate per chiedere aiuto. Quando la signora che aveva offerto la cena si è presentata per organizzare la serata di festa, ha avuto la triste sorpresa di non trovare più il sacco con quello che lei aveva offerto, ma il responsabile che aveva distribuito il cibo l’ha tranquillizzata dicendo: “Non sapevo che quello che si trovava in dispensa fosse per noi, e mi scuso, però sono più contento che invece di aver organizzato una cena per noi abbiamo dato da mangiare a chi non ha niente, del resto San Francesco si è spogliato di tutto per i poveri. Se fossi stato presente quando lei era venuta a portarci il suo dono, le avrei proposto di fare ugualmente così. Offrire per amore di Dio qualcosa ai poveri è un dono che ci riempie il cuore più di qualunque festa”.

Nel quartiere vicino a Damour qualche tempo fa era scoppiata una rissa, per futili motivi, ma fortemente alimentata da motivazione politiche in quanto estremisti islamici incitavano all’odio e alla vendetta. Alcuni nostri volontari che visitano regolarmente famiglie povere del quartiere si sono precipitati e hanno visto che in strada ad accendere pneumatici c’erano i figli di signori che loro aiutano. Questi ragazzi erano nemici tra loro. Quando pero’ in strada hanno notato i nostri volontari di Oui pour la Vie, che incuranti del rischio di essere coinvolti nel tafferuglio, li invitavano a parlarsi, hanno rifiutato di continuare ad insultarsi ed ognuno è tornata o a casa propria.

Una signora siriana, ha vissuto una gravidanza difficile a causa del freddo e della mancanza di cibo e di tanto stress. Uno dei nostri volontari le aveva proposto di affidarsi all’intercessione di San Charbel, il patrono del Libano. Il medico aveva consigliato l’aborto alla signora perché’ secondo lui il bambino non era normale. Lei ha voluto portare avanti la gravidanza ugualmente e il bambino è nato sanissimo.

__________________

Per testimonianze in Italia info@ouipourlavielb.com; tel 333/5473721 Per offerte: Bonifico intestato a  Oui pour la Vie. Unicredit (Agenzia 526 Cascina (PI).  BIC Swift: UNCRITM1G05 IBAN: IT94Q0200870951000105404518; Indirizzo (se richiesto): Oui pour la Vie, Rue Mar Elias,35 Chouf – Damour- Lebanon .

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: