«

»

Dic 06

I poveri del libano

Newsletter Dicembre 2017 n 14

Notiziario di un gruppo di volontari libanesi membri di “Oui pour la vie”, associazione di volontariato con sede a Damour in Libano, legalmente riconosciuta e operante in favore dei più poveri http://www.ouipourlavielb.com/it/ facebook. Damiano Puccini /newsletter@ouipourlavielb.com

di padre Damiano Puccini

L’Agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati ha da poco comunicato che circa mezzo milione di profughi siriani è rientrato nel proprio Paese. In Libano, nei campi profughi informali dove vivono i siriani più poveri, migliaia di bambini sono costretti a lavorare per aiutare le loro famiglie a sopravvivere.

I nostri volontari di Oui pour la Vie continuano ad animare la cucina di Damour alla quale affluisce un numero sempre crescente di profughi. Hind, la ragazza siriana che aiutiamo, va meglio e sta terminando la radioterapia. Chiediamo a tutti di aiutare e sensibilizzare davanti a queste urgenze.

Una vedova siriana, rifugiata in Libano e con due bambini, purtroppo aveva un cattivo carattere e creava problemi ai vicini e alla sua famiglia, addirittura fin da quando erano in Siria. Nessuno conosce il motivo del suo cambiamento da quando è giunta da noi insieme agli altri profughi, nonostante che al momento del suo arrivo alcuni avevano addirittura sporto denuncia ed era stata espulsa dal sindaco del paese.

Due volontari della nostra associazione di Oui pour la Vie l’hanno visitata nella sua dimora. Hanno dovuto insistere un po’ per entrare ricevevendo insulti e minacce. Poi però, conoscendola personalmente, hanno visto la sua povertà di sentimenti e la mancanza di amore nella quale lei vive. Dopo diverse visite, la vedova ha cambiato il suo comportamento. Adesso lei conserva sempre il sorriso, aiuta sempre i vicini e talvolta anche noi di Oui pour la Vie.

Quando abbiamo domandato ai volontari come hanno potuto ottenere questo cambiamento, hanno risposto con una sola parola: l’amore, l’amore senza limiti, l’amore senza giudicare, l’amore senza domandare niente in cambio. Una persona che vive con una carenza di amore, originata dal fatto che non lo riceve da nessuno, non può essere in grado di donare amore, in quanto lei vive come un corpo senza anima, come un pozzo senza acqua. Quando bisogna veramente vedere la verità, si deve chiudere gli occhi e guardare attraverso il cuore, per essere sicuri di quello che vediamo. Il cuore può vedere meglio degli occhi!.

Auguri di un Santo Natale e buon 2018!!

_____________________

Chi è interessato a maggiori informazioni o a conoscere le modalità per una testimonianza in Italia o per un contributo in favore della nostra opera può inviare un sms al 333/5473721 o scrivere una email a: info@ouipourlavielb.com o contattare padre Damiano con il suo nome su facebook.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: