«

»

Lug 26

I poveri del Libano

Newsletter n.7  Agosto 2018

Notiziario di un gruppo di volontari di “Oui pour la vie”, un’associazione di volontariato con sede a Damour in Libano, legalmente riconosciuta impegnata in favore dei più poveri http://www.ouipourlavielb.com/it/ Facebook: Damiano Puccini /newsletter@ouipourlavielb.com

di padre Damiano Puccini

La situazione in Siria continua ad essere molto preoccupante e il Libano vive sempre su un “barile di dinamite”. Gli interventi o la presenza di alcuni Paesi sul terreno rendono la situazione molto complessa, il futuro incerto.

«Perché aiutate noi musulmani? E senza chiedere niente in cambio? Voi cristiani siete davvero umili». È una delle tante testimonianze di famiglie musulmane accolte dalle suore carmelitane scalze che ancora vivono nella periferia di Aleppo, nonostante le difficoltà causate dalla guerra (che ha dimezzato la presenza cristiana nel paese facendola scendere sotto il 10%). Durante il conflitto le suore hanno più volte ospitate famiglie islamiche, così come quelle cristiane, e ancora si occupano di una famiglia con 10 figli.

Nel medesimo spirito cerchiamo anche noi in Libano, membri di “Oui pour la Vie”, associazione che ha sede a Damour, e che si propone di aiutare tutti i poveri indipendentemente dall’origine e dalla religione e provenienza per rendere visibile una possibilità’ di convivenza. I nostri volontari condividono con i bisognosi gran parte delle loro risorse personali.

La nostra cucina di Damour offre cibo ad un numero crescente di famiglie. Si chiedono sempre a tutti il sostegno e la pubblicità per questa preziosa iniziativa.

Buone notizie a proposito di casi che da circa un anno segue la nostra comunità: Hind El Jourdi, la ragazza sunnita operata per tumore alla testa lo scorso anno, ha ripreso forze e sta cercando lavoro nella speranza che la malattia non si ripresenti; Jihad El Habach ha terminato la radioterapia, e lavora per compensare i suoi debiti; così come Nada Khoury ha ultimato il trattamento di urgenza. Non sappiamo come dire grazie a tutti per gli aiuti inviati che hanno risolto casi urgenti e difficili.

In questo momento si è presenta Thérèse, una vedova siriana, cristiana, di 38 anni che ha 3 bambini (due figlie di 9 -7 anni e un figlio di 5). Le è stato riscontrato un cancro alla testa che necessita della chemio terapia, che (come anche nei casi precedenti) costa 8600 dollari.

Lei è molto depressa, ha paura di morire e di lasciare soli i suoi figli su strada, per questo i volontari di Oui pour la Vie cercano di farle coraggio. Tra un mese potrebbe anche rientrare in Siria, per questo sarebbe urgente cominciare il trattamento in Libano, perché non c’è certezza di poterlo iniziare a casa sua.

Chiediamo sempre l’aiuto e la pubblicità per Thérèse.

Seguendo questi malati abbiamo conosciuto non solo i loro familiari, ma anche diverse persone disponibili che ci aiutano a tenere buoni gli animi e favorire un clima di collaborazione in favore della nostra cucina di Damour.

______________________

Chi è interessato a maggiori informazioni o a conoscere le modalità per una testimonianza in Italia o per un contributo in favore della nostra opera può inviare un sms al 333/5473721 o scrivere a:   info@ouipourlavielb.com Chi non fosse interessato a ricevere la present news-letter, scriva un email all’indirizzo sopra indicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: