Archivio Categoria: A.Del Noce – scritti

Ago 08

Filo rosso da Mosca a Berlino (Hitler – Stalin)

tratto da Il Sabato, 11 aprile 1987, n. 15. Il dibattito su Gulag e Lager. Cosa accomuna due tragedie. Interviene Augusto Del Noce. Hitler e Stalin hanno un tabù in comune: il male. Avrebbero voluto dominarlo, estirparlo dalla storia. Chi identificandolo in una razza, chi in una classe. Perciò dire che Auschwitz rappresenta qualcosa di …

Continua a leggere »

Ago 08

Ecco come Stalin spinse Hitler sul trono

tratto da Il Sabato, 26.3.1983, n. 13, p. 19-20. Non è un paradosso. Gli storici spesso hanno chiuso un occhio. E non hanno visto che l’opposizione era solo dettata da ragioni contingenti. Ma in fondo la loro cultura era la stessa. Con questo intervento Del Noce mette chiarezza. Augusto Del Noce

Continua a leggere »

Giu 22

Secolarizzazione e crisi della modernità – A. Del Noce

(testo scaricabile dalla rete) L’ultimo saggio pubblicato da Del Noce ancora in vita fu significativamente intitolato Secolarizzazione e crisi della modernità, infatti negli anni tra il 1980 e il 1995, poco prima della loro morte, due fra i massimi esponenti della cultura e dell’apostolato cattolico mondiale, l’italiano Augusto Del Noce e il brasiliano Plinio Corrêa de …

Continua a leggere »

Giu 16

Augusto Del Noce L’inevitabile decomposizione del marxismo*

Storia Libera Anno II n.4-2016 A cura di Guido Vignelli Il suicidio del comunismo In un colloquio con Del Noce, egli una volta mi disse che il celebre motto, secondo cui historia magistra vitae, purtroppo non gli pareva realistico, perché proprio la storia dimostra che l’umanità non riesce a imparare dalla esperienza passata e quindi …

Continua a leggere »

Ago 18

No all’insegnamento di «cultura religiosa»

Il Tempo 20 maggio 1984 di Augusto Del Noce Si legge nel testo del nuovo Concordato: «La Repubblica italiana, riconoscendo il valore della cultura religiosa e tenendo conto che i principi del cattolicesimo fanno parte del patrimonio storico del popolo italiano, continuerà ad assicurare, nel quadro delle finalità della scuola, l’insegnamento della religione cattolica nelle …

Continua a leggere »

Ago 07

I padroni del futuro elargiscono valori

Il Sabato, 17-23 ottobre 1987 Dibattiti. Del Noce risponde ai gesuiti C’è un’antireligione che tollera la religione purché non interferisca. È la cultura che sta progettando il nostro domani, che raccoglie consensi attraverso evidenze morali comuni a tutti. Se i cattolici stanno al gioco lasciano via libera ai totalitarismi che verranno. Il grande pensatore replica …

Continua a leggere »

Gen 17

Il nazi contagio

Il Sabato 26 settembre – 2 ottobre 1987 Con la scomparsa di Rudolf Hess finisce il nazismo nel modo più nazista possibile. Perché il delfino di Hitler fu condannato al duro carcere di Spandau? Lo zampino della Russia di Augusto Del Noce

Continua a leggere »

Lug 29

La modernità nel pensiero politico di Augusto Del Noce (di Daniele Tarozzi)

(tesi di laurea) Augusto Del Noce (Pistoia 1910- Roma 1989), filosofo cattolico, ha inteso, nel corso della sua produzione intellettuale, andare alle origini del problema della modernità che nel nostro secolo si è espressa anche attraverso i totalitarismi comunista e nazista nonché con il regime fascista. Secondo Del Noce essi costituiscono, in qualche modo, l’esito …

Continua a leggere »

Mar 04

La nuova cristianità perduta di Pietro Scoppola

Il Tempo, 23 luglio 1985 “Religione civile” e secolarizzazione. di Augusto Del Noce Il recente libro di Pietro Scoppola La “nuova cristianità” perduta (Ed Studium, Roma) ha il merito di affrontare senza reticenze quello che è il paradosso più singolare e più visibile dei decenni del dopoguerra italiano: un partito “cristiano” sorto non soltanto nell’esigenza …

Continua a leggere »

Mar 30

Il peccato originale dell’epoca moderna

tratto da Il Sabato, 29. settembre 1990, n. 39. e Il Sabato, 6 ottobre 1990, n. 40 (relazione su Del Noce al Meeting di Rimini 1990) Secondo Augusto Del Noce c’è un tratto comune in tutto il cristianesimo moderno – moderato, tradizionalista o progressista che sia. Ed è la separazione tra natura e grazia. Del …

Continua a leggere »

Post precedenti «